Video: cambiamo la cultura della violenza di genere

di redazione di NoiNo.org


Video: cambiamo la cultura della violenza di genere

"Non sapevo che determinati atteggiamenti anche tra ragazzi potessero essere considerati violenza". Le parole di una delle studentesse che ha partecipato al progetto NoiNo.org spiegano benissimo la motivazione dei percorsi di educazione al genere che svolgiamo con ragazzi e ragazze preadolescenti ed adolescenti. Spesso infatti quando, nelle classi o nei centri giovanili, parliamo di violenza nelle relazioni, la prima reazione che viene spontanea è quella di leggere il fenomeno esclusivamente in termini di violenza fisica e di proiettare il problema sul mondo adulto, pensando che non le/i riguardi in prima persona. Il primo obiettivo è quindi quello di allargare la visuale, raccontare le tante, molto spesso invisibili, forme in cui la violenza si manifesta, e soprattutto di partire dalla loro esperienza concreta. L'obiettivo è riuscire a identificare insieme quelle forme di controllo, persecuzione, violenza psicologica già spesso frequenti nelle relazioni tra ragazzi e ragazze giovanissimi. 


In questo video, oltre alle voci di alcune/i partecipanti dell'Istituto Aldrovandi Rubbiani di Bologna, vedrete qualche stralcio da "Uomini che ci provano", lo spettacolo di teatro forum della compagnia PartecipArte che abbiamo ospitato lo scorso 8 marzo. Lo spettacolo racconta le sfide di Filippo, un ragazzo che lotta per trovare un nuovo modo di essere maschio. Rincorso da modelli invivibili e stereotipi ridicoli, prova nuove forme di relazione a scuola, con le ragazze e con i suoi amici. Ma il gregge non gli rende la vita facile. Il rischio che da solo non ce la faccia è grande. Tranne se il pubblico entra in scena. Il teatro forum, infatti, come tutte le tecniche di Teatro dell'Oppresso, prevede che la storia narrata possa essere modificata, per trasmettere, in modo esperienziale, la percezione che ognuna/o ha realmente il potere di influire sulla realtà e contribuire al cambiamento. 



0 Commenti


nessun commento per questo post


lascia un commento




Comunicazione: Studio Talpa | Comunicattive